Laura e Silvia Squizzato al festival del cinema di Roma, i film della seconda giornata all’Auditorium- Still Alice e Eden

Laura and Silvia Squizzzato on the Red Carpet during the second day of the festival for the film Still  Alice (outfit Ilaria Sforza Petrocochino for Arcieri)
Laura and Silvia Squizzato on the Red Carpet during the second day of the festival for the film Still Alice (outfit Ilaria Sforza Petrocchino for Arcieri- Nee make up artists)

Seconda serata del Festival di Roma, secondo tappeto rosso. Nella sala Santa Cecilia danno Still Alice, tratto dal romanzo di Lisa Genova e del regista Richard Glatzer, presente in sala. E così dopo il tappeto rosso e qualche lustrino (purtroppo in sala ci anche persone in jeans, perché non è previsto alcun dress code) comincia il buio.

The director of the film Still Alice Richard Glatzer
The director of the film Still Alice Richard Glatzer

Ed entriamo nella vita di Alice, una donna completa e brillante, sul lavoro e in famiglia. E per lei, neuroscienziata e studiosa del linguaggio, la diagnosi di un Alzheimer precoce, per di più ereditario, suona ancora più crudele. La famiglia intorno  a lei c’è, con l’affetto ognuno a modo suo, come in ogni nucleo familiare;  ma l’occhio del regista è puntato su Alice, che cerca fino all’ultimo e disperatamente di tenere acceso il contatto con se stessa. La progressione della malattia è vista in soggettiva, dal di dentro, da Alice,  dalla sua testa prima che dal suo cuore .  Con timidezza e delicatezza. Con una Julianne More incredibile, come e più di sempre. Un film da vedere (quando uscirà, nel 2015), nonostante gli occhi rossi.
Letteralmente da evitare, invece, il film Eden, registicamente molto piatto e senza ritmo, il che ha dell’assurdo in un film dove le pulsazioni della musica vibrano a volumi alti, visto che la regista francese Mia Hansen_Love, alla sua quarta opera, ha soffermato il suo sguardo sulla musica elettronica francese esplosa nel 1992 con il genere Garage e ancora oggi ballata grazie a Dj leggendari come i Daft Punk. Troppe camminate dei protagonisti da un divano all’altro in discoteca; poco coinvolgimento dello spettatore per le micro storie sentimentali e di vita dei ragazzi protagonisti del film perché nascono come e purtroppo rimangono un pretesto per parlare di questo genere musicale. Per tutta la durata del film cerchi un’anima della trama che alla fine non trovi.

Ringraziamenti: per la visione di Still Alice ringraziamo JTI che dall’anno della sua fondazione (nel 1999)è sensibile ad attività legate all’impegno sociale e nel campo dell’arte e della cultura. Ed è proprio in questo ultimo campo che rientra il sostegno -dal 2010- della Fondazione Cinema per Roma in qualità di Event Partner del Festival Internazionale del film di Roma.

5 thoughts on “Laura e Silvia Squizzato al festival del cinema di Roma, i film della seconda giornata all’Auditorium- Still Alice e Eden

  1. Non potevo chiedere due madrine migliori per i miei abiti!!!belllissime oltre ad essere due persone spettacolari!!!!GRAZIEEE!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *