Se la strada potesse parlare, il film di Jenkins alla Festa del Cinema di Roma

Se la strada potesse parlare è un film americano drammatico (ma anche d’amore), diretto nel 2018 da Barry Jenkins. L’uscita al cinema in Italia è prevista nel giorno degli innamorati, il 14 febbraio 2019 distribuito dalla Lucky Red di Andrea Occhipinti.

Silvia e laura sul tappeto rosso insieme all’amica avvocato Francesca Mesiti, anche lei appassionata di cinema.

Noi lo abbiamo visto per voi durante la Festa del cinema di Roma.

Basato sul romanzo “If Beale Street Could Talk” di James Baldwin uscito nel 1974, la storia è quella di Tish (KiKi Layne), una giovane donna di Harlem innamorata del suo amico di infanzia Fonny (interpretato da Stefhan James). Quest’ultimo viene erroneamente accusato di un crimine tremendo, cioè di stupro verso una donna di razza bianca e viene incarcerato, ma Tish, incinta del suo compagno, darà il via a una corsa contro il tempo per dimostrare l’innocenza di Fonny, prima che il bambino nasca, scontrandosi però con pregiudizi razziali e una società ancora ostile.

I primi piani pieni di amore ma anche di sofferenza ci fanno penetrare in un punto di vista soggettivo che contemporaneamente diventa parte di noi e fa riflettere su tematiche razziali che spesso ancora oggi sono vive.

Barry Jenkins sognava di adattare il romanzo di Baldwin già da prima di girare Moonlight, e il successo di quel film lo ha aiutato a realizzare questo suo desiderio.
Se la strada potesse parlare, che è stato anche sceneggiato da Jenkins, conta nel cast anche la presenza, tra gli altri, di Pedro Pascal, Ed Skrein, Dave Franco, Diego Luna e Regina King.
Presentato in prima mondiale al Toronto Film Festival, è stato accolto da critiche più che positive e molto applaudito anche dal pubblico di Roma.

Prima di entrare in sala con le nostre nuove borse Alviero Rodriguez

One thought on “Se la strada potesse parlare, il film di Jenkins alla Festa del Cinema di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *