Hostiles, un western contro il razzismo apre il festival del cinema di Roma.

Il festival del Cinema di Roma apre (ma senza madrina e senza cerimonia) con un western, duro e violento come prevede il genere, ma nuovo nel suo messaggio contro il razzismo.

Hostiles, di Scott Cooper, è ambientato nel 1892 e segue il lungo viaggio di un capitano di fanteria, Joseph Blocker (Bale) che odia con tutte le sue forze i pellerossa, costretto a scortare un vecchio e carismatico ma ormai malato capo Cheyenne, Falco giallo (Studi) e la sua famiglia fino alla terra natia nel Montana. Il viaggio è faticoso e pieno di imprevisti, con molti scontri e morti, ma permette un lento avvicinamento tra i componenti della spedizione, divisi dalla razza, dalla loro posizione, dagli specifici vissuti e dalle loro paure. Un sapere andare al di là dei contrasti in nome della comune appartenenza al genere umano che come sempre parte dalle donne ( le due madri di famiglia, Rosale Quaid  intepretata da Rosamnund Pike, che ha visto lo sterminio del marito e dei figli e la figlia del capo indiano)  e poi tocca anche gli uomini, contrapposti per anni dalla guerra tra bianchi e pellerossa.

Laura e Silvia Squizztao sul tappeto rosso del Festival del cinema di Roma: Laura indossa un abito di Valeria Casamirra

Fino a giungere a un finale che, appena accennato e timido (come è giusto che sia  nel caso di un duro militare che si avvicina all’ amore), ha però strappato l’applauso. Applauso che è continuato in sala rivolto al regista e agli interpreti presenti nella sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica,Wes Studi e l’intensa Rosamund Pike, mentre stranamente assente, per essere l’apertura di un festival,  è stato il bravo protagonista Christian Bale.

Antonio Monda, direttore artistico del festival, abbraccia il regista del film a fine proiezione.Andate al cinema a vedere questo film duro e umano, western e lento, storicamente ambientato e universale!

Eccoci con l’amico Antonio Flamini, anche lui presente all’apertura.

 

2 thoughts on “Hostiles, un western contro il razzismo apre il festival del cinema di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *