Detective per caso, un vero film con protagonisti disabili che non parla di disabilità

Il film si intitola  Detective per caso, ma loro sono attori per davvero. Nonostante le loro “disabilità”, che li rendono unici, i protagonisti, tutti allievi della scuola L’arte nel cuore diretta da Daniela Aleruzzo, recitano parti “normali”. Il film di Giorgio Romano, infatti, non parla di disabilità, ma racconta una storia divertente con colpi di scena e molto ritmo, tra una rapina in discoteca, la misteriosa scomparsa di un ragazzo, le indagini di Giulia e del suo gruppo di amici. Interpretata dalla trentatreenne  Emanuela Annini, Giulia lavora nell’ufficio oggetti smarriti , dove si può applicare in piccole indagini, dato che è una appassionata della serie Occhio privato e fan della detective Ramona, interpretata da Claudia Gerini. Proprio la scomparsa del suo affezionato cugino la porterà a fare investigazioni molto più eccitanti e pericolose, che aiuteranno anche la polizia e i professionisti del mestiere.

Emanuela Annini, Alessandro Tiberi, Giulia Pinto, Matteo Panfilo, Giuseppe Rappa, Lorenzo Salvatori e Tiziano Donnici, che sono i protagonisti , allievi di arte del cuore normodotati e disabili, sono tutti molto bravi; gli attori “secondari” sono tutti professionisti e famosi come Claudia Gerini, LilloMassililiano Bruno, Stefano Fresi, Claudia Campagnola, Paola Cortellesi, Luca Capuano, Mirko Frezza, Valerio Mastrandrea, Carlo Reali, Stella Egitto  e hanno tutti partecipato all’operazione al livello amichevole, permettendo (grazie a Addictive Ideas e Allianz Umana Mente) di realizzare un vero film, che, come specifica l’amministratore delegato di Medusa Giampaolo Letta durante la conferenza stampa alla Casa del Cinema,  sul mercato avrebbe il valore commerciale di 2 milioni e mezzo di euro,  con solo un decimo della spesa.

Emanuela Annini e Laura Squizzato posano davanti alla locandina prima della presentazione di Detective per caso

Noi abbiamo conosciuto Emanuela Annini e tutto il cast quando Detective per caso è stato proiettato alla festa del Cinema di Roma e li abbiamo invitati a I fatti Vostri:  non possiamo scordare l’emozione del loro tappeto rosso, testimoniato dalle nostre telecamere. Ora però il film esce in 200 sale su tutto il territorio nazionale, bisogna correre a vederlo perché sarà proiettato come evento speciale solo il 18 e il 19 marzo. Cosa aspettiamo? Tutti al cinema!

 

One thought on “Detective per caso, un vero film con protagonisti disabili che non parla di disabilità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *