Le cattedrali della cultura con Alessio Boni

Gli edifici ci parlano, come se avessero nascita, vita, anima e parola. E’ l’idea geniale del progetto “cattedrali della cultura 3D” di Wim Wenders, che firma anche la regia dell’episodio dedicato alla Filarmonica di Berlino, ma che coinvolge altri registi internazionali: Karim AÏnouz per il centro Culturale Pompidou di Parigi, Michael Madsen per il Carcere Norvegese di Halden, Magreth Olin per il Teatro dell’Opera di Oslo, Michael Glawogger per la Biblioteca Nazionale Russa di San Pietroburgo e il premio Oscar Robert Redford che racconta il Salk Institute di La Jolla in California.

Laura (a destra) e Silvia Squizzato all'Auditorium Parco della Musica per la proiezione in anteprima di Cattedrali della Cultura
Laura (a destra) e Silvia Squizzato all’Auditorium Parco della Musica per la proiezione in anteprima di Cattedrali della Cultura

A introdurre la serie italiana ieri all’ Auditorium Parco della Musica,a Roma, Alessio Boni, presente in sala Petrassi, voce narrante (e che voce!) di quattro dei sei episodi e guida d’eccezione per lo spettatore proprio dall’ Auditorium della Conciliazione, che viene in questo modo “inserito” come cattedrale Italiana, pur rimanendo, peccato, a margine di tutta l’operazione (la regia è di Piero Messina). La voce di Alessio Boni, calda e avvolgente quando interpreta la Filarmonica di Berlino, più fredda e trattenuta quando diventa il carcere di massima sicurezza norvegese e più disincantata quando invece rappresenta il Centre Pompidou di Parigi, ci accompagna e ci trasporta insieme a immagini e parole che fanno davvero vivere davanti ai nostri occhi questi monumenti architettonici contemporanei. La serie, prodotta da Neue Road Movies, presentata lo scorso febbraio al Festival del Cinema di Berlino e a giugno al Biografilm Festival di Bologna, avrà la sua première esclusiva su Sky 3D e Sky Arte HD s partire dal 17 gennaio per tre sabati successivi. Da non perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *